COMUNICATO STAMPA
Acli Terra, Antonino Ziglio è il nuovo presidente nazionale

Il Comitato nazionale di Acli Terra, nella riunione del 23 febbraio 2018, ha eletto il suo nuovo Presidente.
Il neoeletto è Antonino Ziglio, imprenditore agricolo veneto, attuale Amministratore delegato di ENAIP nazionale, l’impresa sociale Acli di Istruzione professionale. Dottore in Scienze Agrarie, ha ricoperto numerosi incarichi pubblici e amministrativi, tra i quali quello di Presidente Provinciale delle ACLI di Padova e Assessore e Vicepresidente, con deleghe alle attività produttive, agricoltura e lavoro, della Provincia di Padova.
“Sono sorpreso della proposta di ricoprire, nella mia “terza età”, una responsabilità così importante – ha dichiarato Ziglio, all’esito della nomina –. Sono anche consapevole del delicato e complesso compito che mi attende ma, allo stesso tempo, mi sento incoraggiato dal sostegno che l’Associazione saprà assicurare nel solco del cammino compiuto dai miei predecessori che hanno vissuto questo servizio con impegno diretto e senso di responsabilità, sempre ben supportati dai membri e dal nostro sistema, pur nelle condizioni più complesse della nostra vita associativa.”
Ziglio ha rivolto un ringraziamento al Comitato, in particolare a Giuseppe Cecere, Presidente uscente, nei confronti del quale ha espresso il suo apprezzamento per l’opera capace, generosa e sapiente con cui ha operato in questi anni.
Il Comitato ha eletto anche gli altri componenti della Presidenza nazionale nelle persone di Gianluca Mastrovito (Vice Presidente Vicario), Antonio Gallo e Antonio De Donno (Vice Presidenti), Emanuele Brescia e Flavio Sandri (membri).
“Insieme lavoreremo privilegiando una strategia aperta, sistemica e integrata – ha concluso Ziglio – che gira attorno a due propositi: l’esercizio del ruolo politico di Acli Terra e l’impegno a sostenere, con azioni concrete, i temi identificativi dei valori di cui come ACLI siamo portatori: giovani-lavoro (ritorno in agricoltura), agricoltura sociale, ambiente e valorizzazione delle aree interne, agricoltura biologica”.

PROGETTO RIBATTI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione